Indicazioni e controindicazioni della radioterapia nei pazienti con melanoma avanzato

a cura di Francesco de Rosa

 

La radioterapia consiste nell’impiego di radiazioni ionizzanti a scopo curativo. Applicazione principale della radioterapia è l’ambito oncologico, ove si sfrutta la capacità delle radiazioni di danneggiare le cellule tumorali: in questo modo si arriva a impedirne o rallentarne la moltiplicazione, o anche a causarne la morte. È tuttavia noto che anche le cellule sane possono essere colpite, talvolta in modo irreversibile: per evitare questo sono state sviluppate nel corso degli anni numerose tecniche che consentono l’erogazione di una dose di radiazioni efficace sul tumore limitando al massimo quella ai tessuti sani circostanti.

Questo può essere ottenuto solamente attraverso un piano di cura altamente personalizzato. Infatti, una volta che il medico radioterapista dà indicazione al trattamento, viene generalmente programmata un’indagine cosiddetta di centratura (solitamente TC; in alcuni casi PET o RM) allo scopo di individuare con precisione sia il volume tumorale da colpire, sia i tessuti circostanti sani da risparmiare. Sulla base di questi dati vengono quindi decisi, in collaborazione con fisici specializzati, tutti gli aspetti del programma, da quelli più evidenti (numero e durata delle sedute) a quelli più nascosti (quantità, tipologia e distribuzione delle radiazioni).

Si tratta quindi di un trattamento mirato su una o poche lesioni per ottenere uno scopo specifico: per questo motivo viene generalmente impiegato nell’ambito di un programma terapeutico che comprende anche la somministrazione di farmaci antitumorali, potenzialmente efficaci in tutto l’organismo. In questo caso è importante, per evitare l’insorgenza di effetti indesiderati, attenersi scrupolosamente alle indicazioni dell’oncologo e del radioterapista riguardo la corretta gestione dei trattamenti, in particolare tempistiche e modalità in cui devono essere effettuati.

Uno degli esempi più caratteristici di gestione integrata è rappresentato dai pazienti in cui, dopo un’iniziale regressione o stabilizzazione della malattia grazie a farmaci, si osserva la comparsa di una nuova metastasi oppure l’ingrandimento di una lesione singola. In particolare, dopo una progressione focale in corso di trattamento biologico (terapia a bersaglio molecolare o targeted therapy e/o immunoterapia), definita come comparsa o aumento dimensionale di una o poche lesioni che possono essere trattate con radioterapia, standard o stereotassica, i pazienti possono continuare il trattamento biologico sistemico. In pratica, una radioterapia mirata sulla lesione nuova o peggiorata può ottenerne la regressione, consentendo così di proseguire un trattamento che ancora non ha perso efficacia. È particolarmente emblematico il caso di pazienti che presentano una o poche metastasi cerebrali: grazie a particolari tecniche di radioterapia, note come radiochirurgia stereotassica, possono essere ottenuti risultati clinici equivalenti alla loro rimozione chirurgica senza la necessità di aprire la scatola cranica, con effetti collaterali per lo più modesti.

La radioterapia ha anche un ruolo importante nella gestione dei sintomi correlati alla malattia. In particolare rappresenta la metodica di scelta per il trattamento delle lesioni ossee dolenti, soprattutto quando i farmaci impiegati nella terapia del dolore risultano non sufficientemente efficaci oppure determinano effetti collaterali eccessivi. Il risultato non è immediato ma, in funzione del tipo di trattamento (dose di radiazioni erogata, numero di sedute), può richiedere fino ad alcune settimane per manifestarsi. Oltre al dolore, possono essere efficacemente gestiti anche altri disturbi legati alla presenza o alla crescita di una o poche metastasi, tra cui, a titolo di esempio, compressione di organi vicini e sanguinamento.

L’introduzione, nel corso degli ultimi anni, di farmaci altamente efficaci può oggi consentire di ottenere un buon risultato sui sintomi in tempi anche potenzialmente più rapidi di quelli necessari alla radioterapia, con in più il vantaggio di un’azione contemporanea su tutti i siti di malattia. Questo comporta che un trattamento radioterapico non sempre sia necessario: l’indicazione viene valutata caso per caso, considerando anche che, salvo rare eccezioni, una lesione può essere trattata con radioterapia una sola volta. Questo rende necessario stabilire il momento migliore per impiegarla in ciascun paziente.

La radioterapia è una possibilità di cui la grande maggioranza dei malati può usufruire, qualora necessaria. La seduta è completamente indolore: il paziente deve solo rimanere immobile mentre un apposito macchinario eroga la dose di radiazioni programmata sull’area da trattare. Tra le controindicazioni al trattamento rientrano, oltre ad una precedente radioterapia sullo stesso sito, rare sindromi caratterizzate da aumentata sensibilità alle radiazioni e impossibilità di mantenere la posizione necessaria per l’erogazione del trattamento. Non tutte le lesioni, infine, sono idonee per ricevere questo tipo di trattamento: dimensione, posizione, e rapporti con le strutture vicine possono infatti limitare la possibilità di effettuare un trattamento efficace.

Come ogni trattamento, anche la radioterapia può avere effetti collaterali, legati principalmente all’infiammazione dell’area trattata. Questa comprende anche il tumore che, in conseguenza di ciò, può aumentare di dimensione, determinando anche un peggioramento dei sintomi che generalmente si risolve entro poche settimane. Per questo motivo è importante, prima di valutare l’efficacia del trattamento, lasciare passare il tempo necessario affinché questo fenomeno cessi (indicativamente non meno di sei-otto settimane).

Nella maggioranza dei casi, gli effetti collaterali sono modesti e gestibili con farmaci e adeguate misure di supporto. In casi rari, tuttavia, possono essere danneggiati anche i tessuti sani: l’infiammazione può quindi assumere un andamento cronico e possono verificarsi sequele tardive, variabili in funzione di numerosi parametri e pertanto valutate caso per caso.

Appare quindi evidente come la radioterapia rappresenti, pur con i limiti che le sono propri, un’arma terapeutica oggi irrinunciabile nella gestione del melanoma avanzato, che offre ampie possibilità di personalizzazione ed un’efficacia potenzialmente alta, soprattutto se impiegata insieme ad altre metodiche nell’ambito di una strategia di cura calibrata sul singolo paziente.

Nel corso degli ultimi anni, si è sviluppato un notevole interesse nell’associare radioterapia ed immunoterapia, allo scopo di aumentare la vulnerabilità delle cellule tumorali a essere eliminate da meccanismi immunomediati sia a livello della sede d’irradiazione sia in sedi esterne a questa (effetto ab scopal).

Se da un lato questo apre la strada all’utilizzo della radioterapia nei trattamenti integrati dei pazienti con melanoma metastatico, rimangono ancora da affrontare alcuni aspetti relativamente alla combinazione tra radioterapia ed immunoterapia:

- le tempistiche di somministrazione dei nuovi agenti immunoterapici (come gli inibitori dei recettori CTLA-4 o PD-1/PD-L1 implicati nell’immunomodulazione della crescita neoplastica) rispetto a quelle della radioterapia. In particolare, è da valutare se siano maggiori i vantaggi ottenuti dalla somministrazione degli immunoterapici prima della radioterapia, in modo che quest’ultima agisca in un microambiente tumorale già reso immuno-responsivo, oppure se un trattamento radioterapico in una fase iniziale o più precoce possa indurre una maggiore esposizione degli antigeni tumorali alle cellule T successivamente attivate dagli inibitori dei checkpoint immunologici;

- la dose immunogenica delle radiazioni sufficiente non solo per indurre un’efficace risposta antinfiammatoria ma soprattutto per attivare una risposta immunitaria tumore-specifica.

 

radioterapia e melanoma

Figura 1. La radioterapia modifica il microambiente tumorale, liberando antigeni tumorali ed agendo come una sorta di “vaccinazione in situ” (modificata da Demaria & Formenti, 2012)

 

Con il contributo incondizionato di 

BMS

 

Vuoi maggiori informazioni su questa tematica?
Contatta i nostri esperti compilando il form sottostante.


Nome(*)
Prego, inserire nome

Cognome(*)
Prego, inserire Cognome

Email(*)
Prego, inserire Email

Conferma Email (*)
Le due Email non coincidono. Per cortesia, verificare. Grazie

Domanda(*)
Prego, inserire qui la domanda

Trattamento Dati(*)

Valore non valido


Compilando il modulo e premendo il tasto "invia" si intende dato il consenso al trattamento dei dati in ottemperanza al D.L. n. 196 del 30.06.2003.

Informazioni ai sensi dell'art. 13 D.L. n. 196 del 30.06.2003 in materia di "Tutela dei dati personali"

I dati che Le sono richiesti verranno utilizzati nel pieno rispetto di quanto previsto dal D.L. n. 196 del 30.06.2003 in materia di "Tutela dei dati personali", per gli adempimenti connessi con l'attività dell'azienda (consultazione, utilizzo, elaborazione puntuale e statistica) a mezzo database interno. Ha il diritto, sotto la sua responsabilità , di non confidare alcuni dei dati richiesti, essendo per avvisato che in questo caso ci potrebbe pregiudicare il rapporto in essere. In qualsiasi momento, secondo quanto previsto dall'art.13 del D.L. n. 196 del 30.06.2003, potrà richiedere di consultare, modificare, o cancellare i Suoi dati.


Utility

pdfl'esperto rispondeNella sezione Forum
sempre a disposizione
uno dei nostri
specialisti IMI

Contatta l'esperto ›››

IMI e Associazioni di Pazienti

Iniziative e informazioni per i pazienti

MIRALMELANOMA

 

Leaflet AppMELANOMI

 

  

09 Melanoma Page 1

L'informazione nel Melanoma

scopri come
diventare
un socio IMI

Maggiori dettagli ›
pdfl'esperto rispondeNella sezione Forum
sempre a disposizione
uno dei nostri
specialisti IMI

Contatta l'esperto ›

consulta la sezione
con le offerte di lavoro

Clicca qui ›

Questo sito web utilizza i cookie per aiutarci a offrirvi la migliore esperienza di navigazione. Continuando a utilizzare questo portale, acconsentite all'utilizzo da parte nostra di questo strumento.

Per saperne di più su come utilizziamo i cookie e come gestirli vi preghiamo di leggere qui: Per saperne di piu'

Approvo

AVVISO COOKIE

Il nostro sito utilizza i cookie. Potete trovare maggiori informazioni sui cookie, come li usiamo e come controllarli nelle sezioni sottostanti. Utilizzando il presente sito web si accetta l'uso di cookie ai sensi del presente Avviso Cookie.
Se l'utente non volesse avvalersi dell'uso dei cookie è pregato di disattivarli seguendo le istruzioni contenute nel presente avviso in modo che i cookie di questo sito non possano essere salvati sul dispositivo da cui si naviga.

Che cos’è un cookie?
I cookie sono piccoli file di testo che vengono inviati al pc o al dispositivo utilizzato quando si visita un sito web. I cookie vengono poi re-inviati al sito che li ha creati a ogni visita successiva, o in un altro sito web che riconosce i medesimi cookie.
I cookies agiscono come uno spazio di memoria per un sito web, permettendo al sito di ricordare uno specifico dispositivo durante gli accessi successivi al primo. I cookie possono anche memorizzare le preferenze, l'esperienza dell’utente, nonché personalizzare le pubblicità visualizzate.
Potete trovare ulteriori informazioni sui cookie e su come visualizzare, gestire ed eliminare i cookie presenti sul tuo dispositivo collegandovi al sito www.aboutcookies.org.

Tipi di cookies
Cookie di sessione e persistentiIl sito può far uso di cookie di sessione che permangono sul vostro dispositivo fino al momento in cui si chiude il browser o di cookie permanenti che hanno una durata stabilita per un periodo più lungo di tempo.

Intenti
I cookie del nostro sito web sono usati per uno o più dei seguenti intenti:

Strettamente necessario
Cookie che sono strettamente necessari per fornire all’utente il servizio richiesto.

Prestazioni
Cookie che raccolgono informazioni riguardanti il comportamento degli utenti sul sito. Per esempio quali pagine i visitatori visitano più spesso e se vengono trasmessi messaggi di errore dalle pagine web.

Funzionalità
Cookie che permettono al sito web di ricordare le scelte che l’utente compie (per esempio un nome utente, un linguaggio o la regione) fornendo servizi e caratteristiche tarati sul profilo dell’utente.

Targeting o pubblicitari
I cookie vengono utilizzati per mostrare i messaggi pubblicitari più rilevanti per ciascun utente in base ai singoli interessi. Inoltre sono utilizzati per limitare il numero di volte che un utente visualizza una specifica pubblicità e per misurare l’efficacia di una campagna pubblicitaria.

I cookie di terze parti
Il nostro sito web può consentire a servizi di terzi che appaiono sul sito la generazione di cookie. Questi cookie non sono sotto il nostro controllo. Per ulteriori informazioni su specifici cookie di terze parti, si prega di visitare il relativo sito web.

Come controllare e cancellare i cookie
La maggior parte dei browser accetta i cookie, ma di solito è possibile modificare le impostazioni del browser per rifiutare nuovi cookie, disattivare quelli già esistenti o semplicemente sapere quando ne vengono inviati al dispositivo. Al fine di impostare il browser per rifiutare i cookie, fare riferimento alle istruzioni di “help” messe a disposizione dal fornitore del browser (di solito questa opzione si trova all'interno del menù "Guida", "Strumenti" o "Modifica"). Indicazioni più dettagliate sono disponibili sul sito www.aboutcookies.org.

Nel caso in cui l’utente rifiuti o disabiliti i cookie, alcune delle funzionalità di questo sito web potrebbero non funzionare correttamente. Inoltre, la disattivazione di un cookie o una categoria di cookie non elimina il cookie dal browser. Per procedere con l’eliminazione sarà necessario che l’utente, in autonomia, utilizzi gli appositi strumenti all'interno del proprio browser.

Modifiche all’utilizzo dei cookie
Eventuali modifiche all’utilizzo che facciamo dei cookie in questo sito verranno elencate in questa pagina pubblica e se necessario, segnalate direttamente sulle pagine web del sito evidenziandole.

Informazioni di contatto
Se avete qualsiasi domanda in relazione al presente avviso, vi preghiamo di contattarci all'indirizzo segreteria.melanomaimi@gmail.com