COMUNICAZIONE IMI: ELEZIONI

Si informano i SOCI IMI che nel 2019 si terranno le elezioni per le seguenti cariche IMI:

 

- Presidenza (2023-2025)                                                            

- Consiglio Direttivo (2020-2022; sei membri da eleggere)                

- Coordinatore IMI Giovani e Componenti del Gruppo IMI Giovani (2020-2022; in totale, nove membri da eleggere).

Leggi tutto...

CONCORSO "IL SOLE PER AMICO: IMPARIAMO A PROTEGGERE LA PELLE"

Promuovere una corretta esposizione ai raggi solari e prevenire i tumori della pelle

Anno scolastico 2018/2019

 

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - MIUR e l’IMI hanno indetto per l’anno scolastico 2018/2019 la terza edizione del Concorso nazionale "IL SOLE PER AMICO: IMPARIAMO A PROTEGGERE LA PELLE" rivolto agli alunni delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado.

  

pdf  Scarica il bando

PREVENIAMO IL MELANOMA "Non è solo un problema di pelle"

Immagine

La prevenzione e la diagnosi precoce rappresenta l'arma più efficace nel ridurre sensibilmente la mortalità per melanoma,  vista la sua elevata propensione a sviluppare precocemente metastasi. Il picco di incidenza è tra i 35 ed i 55 anni (è il tumore  più frequente nelle donne tra 25 e 30 anni), costituendo un notevole problema dal punto di vista socio-economico.

 

 Scarica la Brochure in PDF

COMUNICAZIONE IMI

Venerdì 28 settembre 2018, FDA ha approvato un nuovo anticorpo monoclonale anti-PD1 (cemiplimab), come primo e unico trattamento per il carcinoma cutaneo a cellule squamose avanzato (cSCC), metastatico o localmente avanzato non candidabile a chirurgia e radioterapia curative.

Il cSCC è il secondo tumore cutaneo per frequenza, rappresentando il 20% di tutte le neoplasie cutanee ed essendo il secondo tumore cutaneo (dopo il melanoma) per mortalità. Ad oggi non vi sono terapie sistemiche approvate dall'EMA per pazienti con cSCC metastatico o localmente avanzato che non sono candidabili alla chirurgia o alla radioterapia curativa.

Cemiplimab è il primo farmaco approvato da FDA specificatamente per il cSCC avanzato, di cui per la prima volta quest’anno sono stati presentati e pubblicati i dati di due studi clinici che aprono quindi nuove possibilità di terapia per questa tipologia di pazienti.